«Maria e Giuseppe portarono il bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore».

Lc 2,22

<Dalle scene dell'Infanzia di Gesù - Arcabas - E' lo pseudonimo di Jean-Marie Pirot. È ritenuto dai critici “uno dei maestri dell’arte sacra contemporanea”. Nato nel 1926 a Trémery in Lorena (Francia) da madre tedesca e padre francese trascorre l'infanzia a Metz. Durante la Seconda Guerra mondiale viene arruolato nell'esercito tedesco, ma diserta e si rifugia a Parigi dove studia Belle Arti. Dal 1950, dopo il diploma, insegna presso Arti Decorative a Grenoble e dal 1960 ottiene la cattedra di pittura, fino al 1969. Prese il nome d’arte di Arcabas durante le agitazioni del maggio 1968, quando rimase colpito da due graffiti sovrapposti su di un muro che i suoi studenti avevano a disposizione per le loro libere espressioni artistiche: «L’arc» (“l’arco”) e «à bas Malraux» (“abbasso Malraux”, il Ministro della cultura). La sua fonte principale d'ispirazione è la Bibbia e il campo artistico di espressione è l'arte sacra. L'opera più importante di Arcabas è il monumentale Ensemble d'art sacre contemporain; decorazioni per la chiesa de Saint-Hugues de Chartreuse iniziate nel 1953 e terminate nel 1986. La chiesa dal 1984 è diventata Museo Dipartimentale d'Arte Sacra e racchiude una consistente porzione delle opere dell'artista.

«Perché un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio».

Is 9,5

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta l'uso dei cookie. Per saperne di più

Approvo